Estate da record per il Comune di Rapino

Rapino. Rapino è record di presenze in paese presso le strutture pubbliche, come la villa comunale e lo stesso centro storico, e per il noleggio E-bike.

Diverse le città che si sono ritagliate un posto nel panorama della sharing mobility italiana. Ognuna a suo modo, magari anche con servizi su misura per i territori. È il caso del Comune di Rapino, paese Bike Friendly e Comune Ciclabile, che dalla fine del lockdown – e soprattutto in questi mesi estivi – può vantare un record di richieste di noleggio delle e-bike.

Il piccolo comune teatino ha da tempo dimostrato di essere all’altezza della situazione, superando perfino qualche perplessità iniziale dovuta ad un tracciato stradale non propriamente pianeggiante e all’assenza di tratti dedicati alla ciclabilità, si è messo all’opera adottando un sistema di mobility bike che gli ha permesso di vincere questa sfida.

Parliamo di un comune montano fatto di strade in salita che arrivano fino ad alta quota ma che non hanno ostacolato i progetti del Sindaco Rocco Micucci e della sua Amministrazione.

“Fin dall’inizio sapevamo di dover affrontare una sfida, ma a noi piacciono le sfide e ad oggi posso affermare che i risultati iniziano a farsi vedere” commenta soddisfatto Micucci.

Si perché parliamo di un record di presenze in paese, con tante famiglie alla scoperta del paese e del parco giochi più grande del territorio, nonché di richieste di noleggio per tutta l’estate con molti commenti positivi anche da persone del settore che, dopo aver testato il servizio, non hanno fatto mancare il loro apporto dando dei consigli utili.

Alla luce di questo trand positivo il Primo Cittadino ribadisce l’importanza di fare strategia per lo sviluppo di un territorio, che si estende dalla montagna al mare, troppo spesso dimenticato dalle logiche governative. E il mobility bike può rappresentare un asso nella manica proprio per lo sviluppo turistico di questa fascia interna. “Solo se uniamo le forze e facciamo squadra possiamo creare un qualcosa di straordinario; dar voce ai tanti piccoli comuni dell’entroterra che hanno voglia di emergere e farsi conoscere”.

La mobilità sostenibile non è una chimera e il Comune di Rapino ne è la prova. Tanti i riconoscimenti ricevuti che spingono l’Amministrazione a pensare in grande per il futuro.

Nuovi e imponenti progetti sono in cantiere ed altri ne verranno col tempo.

Sicuramente si continuerà a sentir parlare di Rapino e della sua passione per le “due ruote”.