Chieti, screening della popolazione. Il sindaco: ‘Confermata l’attenzione della città che ha aderito nonostante il maltempo’

Chieti. Si è concluso ieri il secondo ciclo degli screening di massa con l’effettuazione di tamponi antigenici. Nell’ultima due giorni i tamponi effettuati sono stati circa 3.000 e 22 i casi di positività riscontrati.

“Ringraziamo la città che ha aderito, utilizzando questo utile strumento di mappatura socio-sanitaria – così il sindaco Diego Ferrara – Noi ora, però, riteniamo indispensabile procedere con i vaccini, che sono l’unico modo per generare immunità e, di conseguenza, arrivare allo sperato crollo dei contagi, come le esperienze più evolute della nostra sulle vaccinazioni dimostrano. Speriamo che la campagna abbia al più presto grandi numeri anche in Abruzzo e sul territorio cittadino, come promesso dalle autorità regionali e dalla Asl, a cui non faremo mancare l’apporto del Comune perché ciò accada. Ma facciamo presto.

La due giorni di tamponi, a parte qualche problema logistico durato solo alcune ore sulla sede di palazzo Lepri, è andata bene con file ordinate e velocità di lavoro. Nella palestra di Colle dell’Ara, location già rodata, è andata benissimo.

Voglio tornare a ringraziare tutti coloro che ci hanno aiutato e sostenuto, a partire dalle associazioni di protezione civile comunale, naturalmente la Asl per la sua parte, i volontari e il personale medico e sanitario che hanno dimostrato una grande presenza in questo momento così particolare, con la speranza che questa macchina amministrativa e sanitaria, possa offrire energia, tempo e competenze alla campagna vaccinale anti covid”.