Chieti, ordinanza per lo sgombero della colonia di gatti all’interno di un appartamento cittadino

Il Sindaco: “Una situazione delicata, su cui siamo al lavoro da settimane. Agevoleremo le adozioni, il miglior lieto fine a questa vicenda”

Chieti. L’Amministrazione comunale ha predisposto un’ordinanza di sgombero dell’appartamento dove sono stati rinvenuti circa 60 gatti , conviventi con la persona che occupava l’alloggio.

“Stiamo seguendo questo caso da alcune settimane – riferisce il sindaco Diego Ferrara – perché parliamo di una situazione che ha risvolti delicati non solo dal punto di vista veterinario e igienico. Per intervenire, una volta venuti a conoscenza dell’incredibile convivenza dei 60 animali all’interno di quello che è un appartamento inserito in un normale contesto condominiale, è stato necessario accertare la situazione. Sul posto hanno operato i veterinari della Asl, oltre al Comune e ai volontari del canile rifugio e sono state investite le autorità competenti per avere il via libera per lo sgombero di quella che è una vera e propria colonia felina, che viveva in condizioni igieniche precarie e rischiose per tutti.
Ed è proprio alle colonie feline presenti in città che abbiamo chiesto supporto e ospitalità, per la futura prima sistemazione dei gatti, perché una volta sterilizzati possano vivere in condizioni diverse da quelle in cui sono stati trovati, in questo modo attivando anche un’azione prevista dal nostro programma di mandato.

La soluzione migliore sarebbe quella dell’adozione degli esemplari, opzione che porrebbe il miglior lieto fine a questa storia e che avalleremo come Amministrazione, facendo tutto ciò che è nelle nostre possibilità, dagli appelli a campagne di sensibilizzazione e supporto, confermando il nostro impegno a promuovere una politica di controllo, monitoraggio e interventi sul randagismo in città”.