Chieti, online l’avviso per il rinnovo concessioni mercatali

Sindaco e assessore Pantalone: “Il primo importante passo per la riorganizzazione delle vendite che condivideremo con gli operatori”

Chieti. Sarà pubblicato domani, lunedì 28 dicembre, l’avviso pubblico che ai sensi e per gli effetti dell’art. 3 della L. 241/1990 avvia il procedimento di rinnovo delle concessioni di posteggi per l’esercizio di commercio su aree pubbliche, finalizzato al rilascio delle concessioni che avranno nuova scadenza al 31.12.2032, salvo ulteriori disposizioni in merito da parte della Regione Abruzzo.

“Parte formalmente da domani una vera e propria riorganizzazione ampia e condivisa del comparto delle vendite in area pubblica – così il sindaco Diego Ferrara e l’assessore al Commercio Manuel Pantalone – Il procedimento di rinnovo delle concessioni di posteggi già assegnati nei mercati, fiere e posteggi isolati, attività artigianali, somministrazione di alimenti e bevande, vendita della stampa e vendita diretta da parte dei produttori agricoli, è avviato d’ufficio dal Comune, ma oltre la forma ci sono altre cose che decideremo insieme agli operatori e alle loro rappresentanze in seno alle associazioni e unioni di categoria. Si tratta di una parte importante e storica dell’economia cittadina, che vogliamo tutelare, potenziando anche le possibilità di vendita e facendolo in sicurezza, oltre che in modo organizzato, trasparente e inclusivo, per questo abbiamo istituito un tavolo con gli operatori che seguirà sia l’iter del rinnovo delle concessioni, cosa fondamentale che porterà alla riorganizzazione delle vendite fino al 2032 e che si confronterà costantemente, anche per creare una sorta di brand dei mercati cittadini, garantendo qualità e valore delle vendite. Intanto, con l’avviso, si procederà a dare futuro alle concessioni, sarà un procedimento scandito dagli adempimenti del Decreto legislativo 59/2010, posto in essere dal servizio Commercio SUAP di Viale Amendola n. 53, che dovrà ricevere la documentazione richiesta e stilare la nuova graduatoria. Un passaggio fondamentale, soprattutto per diventare interpreti di una ripresa che deve passare attraverso tutte le espressioni del commercio cittadino e a cui dobbiamo lavorare insieme”.