Chieti, firmato protocollo d’intesa tra Prefettura e Camera di Commercio

Chieti. Giovedì 6 maggio 2021, nel Salone di rappresentanza di questa Prefettura, il Prefetto della provincia di Chieti, dott. Armando Forgione, e il Presidente della Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Chieti-Pescara, Cav. Comm. Gennaro Strever, hanno sottoscritto il Protocollo d’intesa volto a realizzare la collaborazione tra le Parti, per favorire la legalità e la trasparenza dell’attività di impresa e la trasmissione e la fruizione di dati e informazioni attinenti al tessuto imprenditoriale.

Il Prefetto Forgione, nel suo intervento di presentazione dell’iniziativa, ha evidenziato che “Questo protocollo mira a prevenire il pericolo di infiltrazione della criminalità organizzata nel tessuto economico sano e a diffondere la cultura della legalità fra le imprese e le loro associazioni. Un obiettivo ancor più rilevante in questa particolare congiuntura. L’iniziativa nel contempo valorizza l’attività di intelligence sul territorio allo scopo di intercettare segnali rilevatori del rischio di infiltrazioni mafiose nell’economia legale e precludere spazi di manovra espansiva degli interessi illeciti. Grazie all’accordo la Camera di Commercio metterà gratuitamente a disposizione della Prefettura e delle Forze dell’Ordine la piattaforma informatica Regional Explorer (REX). Il sistema, realizzato dalla Società consortile Infocamere, contiene informazioni economiche, societarie ed anagrafiche opportunamente elaborate e riferite agli operatori economici del territorio, in grado di coadiuvare le attività di analisi per verificare la sussistenza dei tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata. La tempestiva conoscenza dei fenomeni riferiti al sistema imprenditoriale e la capacità di lettura dei possibili segnali di allarme di infiltrazione della criminalità costituiscono, infatti, un importante strumento di prevenzione e contrasto dell’azione pervasiva delle organizzazioni criminali, nonché capace di contribuire a rendere l’impresa meno vulnerabile di fronte alle possibili e svariate forme di infiltrazione.”

Il Presidente Strever, ha sottolineato nel suo discorso che: mentre lo Stato va avanti nel combattere il Corona Virus, lottando sul campo per garantire la salute dei cittadini, con una campagna vaccinale veloce e sicura, noi istituzioni economiche abbiamo il dovere di ascoltare anche il grido delle imprese, in particolare quando questo dolore può essere taciuto e nascosto dalla vergogna del bisogno impellente di liquidità.

Il Registro Imprese delle Camere di Commercio è il più grande sistema di informazioni digitali, a disposizione dell’apparato economico europeo che, grazie ad un costante aggiornamento dei dati, può garantire una fotografia viva e reale del mercato.

Con il programma Rex, Infocamere, società del sistema camerale, ha reso ancora più agevole la disponibilità di questo patrimonio.

I corpi dello stato, grazie alla firma di questo protocollo, potranno accedere in modo semplice, sicuro e gratuito ad ogni informazione riguardante l’impresa al fine di svolgere indagini e monitorare il territorio, con l’obiettivo di individuare eventuali fenomeni anomali e distorsivi dell’economia legale, facilitando la ricerca di aree economico produttive ed incrociando le informazioni con quelle provenienti dal Ministero dell’Economia e delle Finanze”.

Sono intervenuti alla presentazione del “Protocollo” i vertici provinciale delle Forze dell’ordine: il Questore Annino Gargano, il Colonnello Alceo Greco, Comandante Provinciale dei Carabinieri, il Colonnello Serafino Fiore, Comandante Provinciale della Guardia di Finanza.