Chieti, Covid-19: screening della popolazione

L’Amministrazione: “Pronti al primo appuntamento il 6 e 7 febbraio, essenziale che la città a partecipi numerosa per fotografare la situazione sul nostro territorio”

Chieti. Lo screening nella città di Chieti si terrà nel corso dei prossimi due fine settimana, si comincia sabato 6 e domenica 7 febbraio, per replicare sabato 13 e domenica 14 febbraio su 6 sedi per un totale di 17 postazioni al momento e con il coinvolgimento di 9 associazioni di protezione civile e circa 80 volontari, fra personale sanitario, infermieristico, di protezione civile, consiglieri comunali e cittadini. Stamane la conferenza di presentazione dei due appuntamenti a cui il sindaco Diego Ferrara e l’assessore alla Sanità Giancarlo Cascini, invitano a partecipare in massa.

“Partecipare è fondamentale, soprattutto in questo preciso momento della pandemia – così il sindaco Diego Ferrara e l’assessore Giancarlo Cascini – Dobbiamo capire a che punto siamo, perché i contagi stanno aumentando e fotografare la diffusione del virus sul territorio, per poterlo affrontare e per curare i cittadini colpiti. Partecipare è dunque un atto civico, a tutela della propria salute di quella dei propri cari e anche della comunità, per questo il nostro invito è ad aderire ed effettuare i tamponi rapidi antigenici nelle varie sedi che stiamo approntando sul territorio cittadino. Non c’è bisogno di prenotare, basta scegliere la sede più vicina e presentarsi lì con il modulo riempito e firmato che stiamo distribuendo ai cittadini, ma che è a disposizione e scaricabile sia dal sito che sui canali social del Comune (Facebook e Instagram). Oltre al modulo, bisogna portare con sé un documento e la tessera sanitaria. Effettuato il test, si verrà ricontattati in caso di positività, per poter effettuare il tampone molecolare che consente la profilassi standard attraverso la piattaforma Asl.

Per la città è una cartina tornasole importante, che dobbiamo assolutamente agevolare, lavorando insieme a tutte le forze coinvolte per testare il maggior numero di cittadini possibile.

A tal proposito ci preme ringraziare tutte le Associazioni di protezione civile coinvolte sono 9: A.N.A., Cisom, Misericordia, A.N.C., Radio Club, Teate Soccorso, N.O.T., VaLtrigno Chieti, Croce Rossa Italiana. Con il loro supporto, unito a quello della Polizia Municipale, potremo animare le postazioni e gestire tutti gli interventi, dall’ordine pubblico a quelli più prettamente sanitario. Vogliamo dare atto anche ai consiglieri comunali che hanno aderito, per una disponibilità che è preziosa e che per i consiglieri di maggioranza e per la Giunta si è anche tradotta in un supporto economico: ci siamo autotassati per contribuire alle spese necessarie per l’allestimento e gestione delle postazioni.

Le sedi sono: Pala Cus, Pala Santa Filomena, Palestra di Colle dell’Ara, i locali del Vecchio ospedale Ss. Annunziata destinati all’UCCP e le palestre delle scuole primarie Cesari e Chiarini, dove il sabato lo screening si farà solo il pomeriggio dalle 16 alle 20, per consentire alle scuole di restare aperte, mentre la domenica mattina e pomeriggio dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 19.30. Fino a stamane c’era la Chiesa delle Crocelle, ma le linee previste lì sono state ubicate nei locali dell’ex Ss. Annunziata, perché la Asl ci ha comunicato che ci metterà a disposizione anche quei locali per avere più postazione, in ogni modo, vogliamo ringraziare la Curia e l’arcivescovo monsignor Bruno Forte, perché ha fatto sentire la sua presenza per questa importante operazione, mettendosi a disposizione.

Da sapere c’è inoltre che potranno fare lo screening anche i non residenti a Chieti, quindi sia studenti che i lavoratori e le persone che risiedono altrove ma hanno in città la sede professionale o il domicilio.

Dal 15, infine, si comincerà nelle scuole superiori, a curare l’organizzazione sarà la Asl con una corsia a parte, in sinergia con noi che abbiamo chiesto di estendere anche alle famiglie dei ragazzi e del personale la possibilità di fare il test per avere uno spettro più ampio della situazione.

Una chiosa finale prima di rinnovare l’invito a partecipare, tutti i locali, finito lo screening saranno interamente sanificati.

Per qualsiasi informazione o emergenza durante lo screening, saranno operativi i numeri del COC comunale 0871/307127 e della Polizia municipale 0871/42441”.