-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Treno in fiamme in galleria Vasto; un’esercitazione emergenza

Ultimo Aggiornamento: sabato, 28 Ottobre 2017 @ 13:12

Vasto. Un treno merci si arresta in galleria per un improvviso principio di incendio ai motori, il fumo invade la cabina di guida e provoca il malore del macchinista. E’ stato questo lo scenario – per fortuna solo simulato – dell’esercitazione di emergenza che si è svolta questa notte nella “Galleria Vasto”, posta tra le stazioni di Vasto San Salvo e Porto di Vasto, sulla Linea Adriatica Bologna – Lecce.

L’esercitazione è stata coordinata dalla Prefettura di Chieti ed ha visto coinvolte le squadre di primo intervento del Gruppo FS Italiane, le strutture operative di Protezione Civile Abruzzo, il Comune di Vasto, i Vigili del Fuoco di Chieti, la Polizia Ferroviaria e quella Stradale di Vasto e i volontari del 118. Il personale di Trenitalia Cargo in servizio sul treno ha informato la Sala Operativa di Rete Ferroviaria Italiana che ha richiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco e del 118 per spegnere i focolai d’incendio e prestare i primi soccorsi al macchinista intossicato dal fumo. Inoltre, sono state contattate le sale operative della Protezione Civile della Regione Abruzzo e della Polizia Stradale e Ferroviaria, che hanno delimitato e presidiato la zona. Particolare attenzione è stata riservata alla verifica dell’efficacia e della rapidità dell’attivazione delle procedure per la gestione delle emergenze, specialmente nei minuti che hanno preceduto l’intervento dei Vigili del Fuoco e delle altre squadre di primo intervento.

L’esercitazione rientra tra le iniziative programmate periodicamente per monitorare l’efficacia del flusso comunicativo e della catena del coordinamento, nonché la prontezza dell’intervento delle strutture del territorio. Il tutto per migliorare gli standard di sicurezza e la tutela delle persone, delle cose e dell’ambiente. Obiettivo comune + testare i piani di emergenza interni (PEI) delle gallerie e collaudare sul campo il sistema di intervento tecnico e di assistenza previsto dai protocolli d’intesa stipulati tra il Gruppo FS, Protezione Civile regionale e 118. Nessuna ripercussione sulla circolazione dei treni.

“Sono molto soddisfatto dell’ottimo lavoro realizzato durante questa simulazione – sottolinea il Vice Prefetto di Chieti Giovanni Giove – tutte le autorità competenti hanno gestito al meglio la situazione di crisi. La prefettura di Chieti ha predisposto diversi piani di emergenza per il territorio e le simulazioni rendono possibile la conoscenza dei punti di forza e di debolezza degli stessi piani. Pertanto, abbiamo avuto modo di costatare e di toccare con mano una serie di dinamiche che potrebbero concretizzarsi nella realtà e che saremo così pronti ad affrontare con maggiore efficienza e consapevolezza – continua Giove. Ringrazio per la grande professionalità e disponibilità il Sindaco di Vasto Luciano Lapenna e tutte le autorità coinvolte, in particolar modo la Protezione Civile comunale di Vasto, la Val Trigno, la FIR – CB, l’Associazione Amatori Italiani e la TLC della Polizia di Stato – conclude Giove”.

“Abbiamo accolto l’invito della Prefettura a svolgere questa simulazione affinché il coordinamento di certe emergenze possa essere affrontato con consapevolezza e certezza dei ruoli e delle funzioni – sottolinea Luciano Lapenna – la certezza del chi fa cosa in momenti di emergenza è infatti fondamentale oltre che necessaria. Lavoriamo per la tutela dei cittadini, attraverso la prevenzione, affinché sicurezza e professionalità possano essere garantite a tutti i cittadini che in momenti di emergenza hanno bisogno di punti di riferimento chiari e pronti a portare soccorso – conclude Lapenna”.

 

-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate