Chieti, complicazioni per la realizzazione del Tunnel pedonale di Largo Barbella

Ultimo Aggiornamento: sabato, 4 Novembre 2017 @ 12:21

Chieti. Si complica la vicenda giudiziaria legata ai lavori di realizzazione del Tunnel pedonale di Largo Barbella che vede il Comune di Chieti quale creditore nei confronti della Società “Tecnovie”, sottoposta a procedura fallimentare presso il Tribunale di Teramo.

Nell’ultima udienza tenutasi in settimana, il Giudice delegato ha rigettato tutte le istanze presentate dai creditori, tra i quali c’è il Comune di Chieti che aveva avanzato richiesta relativamente alle mancate lavorazioni, con riserva di quantificare l’ammontare di ulteriori danni subiti. Contro la decisione del Giudice verrà presentato ricorso così come in udienza hanno anticipato che faranno numerosi creditori che avanzano diversi milioni di euro dalla società Tecnovie.Il Tribunale di Teramo ha deciso di non nominare un Ctu (consulente tecnico d’ufficio) per accertare l’entità delle richieste e, di conseguenza, le consulenze tecniche, se accettate, non saranno a  carico della curatela bensì, paradossalmente, degli stessi creditori.Allo stato attuale la situazione è la seguente: cantiere fermo, ultimo Sal (stato di avanzamento lavori) dovuto all’impresa non corrisposto per giuste motivazioni riportate sulla relazione di collaudo e una situazione giudiziaria legata al fallimento della Società che si sta trascinando come una storia senza fine. Nei prossimi giorni con gli Uffici competenti ed i Funzionari del Settore Lavori Pubblici e dell’Ufficio Legale, unitamente al sindaco Umberto Di Primio, saranno pianificate le strategie da adottare al fine di recuperare il tempo perso ma, soprattutto, di  rimpossessarsi del cantiere