Francavilla, convegno sulle aritmie cardiache

Pescara. “Basic live atrial fibrillation”, convegno ECM gratuito, promosso dall’associazione Cardioaritmie.com, si svolgerà sabato 21 ottobre presso il Centro Congressi dell’Hotel Villa Maria di Francavilla al Mare.

L’edizione 2017, che vede la direzione scientifica dei dottori Tullio Agricola, dell’ospedale di Pescara, e Massimiliano Faustino, dell’ospedale di Chieti, si propone come aggiornamento per la medicina di base, i medici internisti ospedalieri e gli infermieri dell’area cardiologica, sulle novità della diagnostica e del trattamento delle aritmie cardiache. Le aritmie cardiache, patologia sempre più in crescita, sono tra le prime voci di accesso al pronto soccorso e ricovero in area medica. Se tali patologie venissero adeguatamente inquadrate, e, quando necessario, trattate, sarebbe possibile ridurre la morbilità e mortalità ad esse correlate.

Le opportunità diagnostiche e terapeutiche odierne ci consentono di impattare positivamente sia sul dato di mortalità che sulla morbilità, attualmente ancora molto elevate, a causa del cattivo trattamento della fibrillazione atriale. Alla luce di questo è necessario che i medici di base, oltre ai medici ospedalieri, conoscano le basi delle aritmie cardiache per poter quantomeno indirizzare in maniera corretta il paziente verso centri specialistici di aritmologia.

Il corso intende far acquisire conoscenze teoriche di diagnostica e cura delle aritmie cardiache, per rendere sempre più automatico il giusto comportamento del sanitario quando sarà chiamato a confrontarsi con un paziente affetto da aritmia cardiaca. Il programma, che è stato sviluppato grazie ad una serie di relazioni mirate, in molti casi prodotte da rappresentanti delle categorie a cui il corso è rivolto, si focalizza sul trattamento interventistico delle aritmie e sulla diagnostica avanzata e il trattamento farmacologico, sia preventivo che post evento. L’intento è quindi di creare una piattaforma comune di conoscenze tra gli specialisti, gli infermieri e la medicina di base.

Nell’ambito del convegno “Basic live atrial fibrillation” è stata pianificata e sarà realizzata un’attività di recupero delle eccedenze alimentari con consegna immediata a un ente o associazione di supporto a persone bisognose. Data l’incertezza sul numero dei partecipanti e la necessità di garantire un pasto a tutti i potenziali ospiti, il settore dei congressi è caratterizzato dalla presenza di grandi eccedenze alimentari, che diventano spreco. Eventgarde è molto sensibile a questo tema e ha deciso di adoperarsi per rendere i suoi progetti sempre più solidali e sostenibili. Recuperare cibo non è solo una soluzione allo smaltimento delle eccedenze, ma rappresenta un valore aggiunto da offrire ai partecipanti e un’occasione di responsabilità sociale. Per questi motivi, in occasione del convegno annuale sulle cardioaritmie è stato raggiunto un accordo con l’hotel Villa Maria di Francavilla al Mare, per il recupero e il confezionamento del cibo avanzato che verrà consegnato alla Fondazione Caritas Onlus di Pescara. Per chi dona il cibo non ci sono costi, anzi la normativa italiana prevede incentivi fiscali per chi dona l’eccedenza.

Con un semplice gesto, quindi, si ottengono benefici sociali ed economici, grazie all’ottimizzazione delle risorse che non vanno sprecate. Senza contare l’aspetto educativo, perché salvando il cibo si diffonde l’importanza e il rispetto della natura e dell’impegno umano necessario a produrlo.