San Giovanni Teatino, tendone del circo abbattuto dalla neve

San Giovanni Teatino. La neve mette in ginocchio anche il circo. Sulle colline di San Giovanni Teatino, dopo le ultime precipitazioni, i membri della compagnia “Il Circo della Luna” hanno ritrovato il loro tendone stabile completamente abbattuto a causa del maltempo.

“Il nostro tendone deve tornare in piedi e chiediamo a tutti di darci una mano – dice l’acrobata e attrice Valentina Caiano – I danni ammontano ad oltre 80 mila euro, in quanto oltre al tendone all’interno c’erano gli impianti audio, luci e video, le nostre corsie di rincorsa arrivate poco tempo fa dall’Inghilterra, materassini di sicurezza all’avanguardia e molte altre attrezzature piuttosto costose”.

Il Circo della Luna, che monta il suo tendone in pianta stabile dall’aprile del 2010, è la prima realtà di formazione per le Arti Circensi in Abruzzo, specializzata nelle Discipline Aeree. Dunque non solo un luogo che offre spettacolo, ma una vera e propria scuola di formazione per professionisti e amanti del genere.

Nei giorni scorsi, però, per via delle forti nevicate che hanno colpito l’Abruzzo, anche la zona di San Giovanni Teatino è rimasta al buio a causa della mancanza di energia elettrica e l’impossibilità di percorrere le strade, sommerse dalla neve, ha impedito ai membri della compagnia di recuperare un gruppo elettrogeno per provare a fare fronte alla situazione.

Sarebbe stato infatti necessario accendere i riscaldamenti, per evitare che la neve si accumulasse sul tendone, ma il blackout scattato a partire dalle prime ore del mattino ha impedito di generare calore e dunque di mettere in sicurezza la struttura.

“Speriamo che almeno l’Enel ci rimborsi – spiega Caiano – visto che senza quel blackout la nostra struttura sarebbe ancora in piedi”.

SOSTIENI CITYRUMORS
Svolgiamo il nostro lavoro con continuità e professionalità, tutti i giorni con notizie puntuali e gratuite.
Questo lavoro ha un costo, per questo abbiamo bisogno di te e del tuo aiuto.
Diventa un sostenitore attivo di cityrymors, anche con un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro.
CLICCA QUI e diventa un sostenitore di cityrumors
Grazie! La Redazione.