-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Chieti, troppi extracomunitari al mercato settimanale: Confcommercio chiede più controlli

Ultimo Aggiornamento: giovedì, 26 Ottobre 2017 @ 23:57

Chieti. Borse e capi di abbigliamento griffati con marchi, però, rigorosamente contraffatti, sistemati in ogni angolo del mercato ambulante settimanale del mercoledì in via Amiterno da venditori extracomunitari abusivi.

 Confcommercio, dopo le veementi proteste della categoria, lancia l’allarme rosso e chiede maggiori controlli alle autorità competenti.

 “Purtroppo i mercati rionali sono sempre più alla mercè di avventori extracomunitari che espongono prodotti contraffatti. La situazione più difficile- afferma Marisa Tiberio, presidente provinciale Confcommercio Chieti- ci è stata lamentata, anche nella giornata odierna, dagli operatori del mercato settimanale del mercoledì a Chieti Scalo, storicamente il più affollato della città.”

 Infatti via Amiterno, dove ogni settimana trovano posto oltre ottanta bancarelle, è puntualmente invasa da decine di ambulanti abusivi extracomunitari che piazzano a terra borse e abbigliamento taroccato.

 “I controlli, in passato, ci sono stati ma, a detta dei commercianti, sono insufficienti e troppo sporadici. Per questo motivo Confcommercio- annuncia Tiberio- tornerà a chiedere interventi a tutela dei diritti di chi svolge regolarmente la propria attività quotidiana.”

 Anche perché, ricorda Confcommercio, il settore dei venditori su aree pubbliche già vive un periodo nero per la stringente crisi economica e, da ultimo, per l’applicazione della direttiva Bolkestein che sta rivoluzionando il mondo dei balneatori e degli ambulanti costretti a convivere, come nel caso del mercato settimanale di via Amiterno allo Scalo, con la forte presenza di abusivi.

 “Un fenomeno che si fa fatica ad allontanare dal momento che all’arrivo della polizia municipale- racconta Tiberio- i venditori abusivi extracomunitari scappano salvo poi tornare nel proprio posto abusivo non appena le forze dell’ordine si allontanano. In tal senso auspichiamo maggiori azioni di controllo in quanto Confcommercio è da sempre a favore della legalità e non può che schierarsi con decisione al fianco di quei commercianti che hanno contribuito a costruire nel comune senso civico una consuetudine di antica tradizione, un punto di riferimento per quello che hanno rappresentato e che, quindi, va salvaguardato a tutti i costi.”

SEGUICI SUI SOCIAL

111,756FansLike
1,569FollowersFollow
5,934FollowersFollow
2,698SubscribersSubscribe
-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate