Test covid, nessun contagio nel concerto con 5mila spettatori

Un test sulla sicurezza dei grandi eventi in pandemia.

Il concerto a Barcellona del 27 marzo, con 5000 persone, ha fatto registrare zero contagi: un esperimento che ha funzionato.

Il governo spagnolo ha organizzato il concerto di una band pop catalana nel palazzetto di Sant Jordi, per provare a vedere se, eventi di questa portata, si potessero svolgere senza esporre al rischio di contagio i partecipanti: prima di poter essere ammessi tutti gli spettatori sono stati sottoposti ad un test antigenico.

Una volta entrati solo l’obbligo di mascherina e nessuna forma di distanziamento anche se, gli impianti di ventilazione, sono stati impostati al massimo della potenza.

Pochi giorni fa le autorità spagnole hanno reso noti i risultati delle analisi svolte sui partecipanti dichiarando che “un concerto di musica dal vivo al chiuso, con le corrette misure di sicurezza e la giusta ventilazione, è attività sicura”.

Dai dati diffusi i contagi totali registrati erano 6 su 5 mila persone, ma 4 sono subito risultati non riconducibili all’evento, e anche sui restanti due non c’è certezza. I partecipanti avevano assistito cantando e ballando come in un normale concerto indossando la mascherina, un risultato che incoraggia un ritorno alla normalità soprattutto in previsione dell’estate alle porte.

La Spagna aveva già provato ad organizzare un concerto a dicembre, in un ambiente più piccolo e con meno persone e sempre adottando lo stesso protocollo di sicurezza: anche in quel primo caso l’esito fu positivo.

Solo un punto resta ancora in sospeso ed è quello sulla attendibilità dei test antigenici che consentono un esito rapido ma non sicuro, soprattutto in caso di falsi positivi.