Razzo cinese, gli ultimi aggiornamenti sulla caduta

Il razzo spaziale cinese, fuori controllo, è già visibile ad occhio nudo, e sta rientrando sulla terra.

Avvistato nei cieli di Roma è stato fotografato da Gianluca Masi, astrofisico e responsabile del Virtual Telescope, all’alba di oggi sabato 8 maggio ma l’impatto è previsto per domani domenica 9 maggio tra le 0,30 e le 4,26 (ora italiana).

La Cina stima danni lievi: è poco probabile che i frammenti del Changzheng 5 (Lunga Marcia 5B) possano causare crolli di edifici che restano comunque luoghi più sicuri rispetto agli spazi all’aperto.

La Protezione Civile ha fornito indicazioni alla popolazione affinché adotti comportamenti di autoprotezione “data l’impossibilità di escludere un interessamento del nostro territorio, soprattutto delle regioni del centro-sud Italia, i frammenti impattando potrebbero perforare i tetti ed i solai sottostanti, arrecando danni anche alle persone. Si invitano i cittadini a non sostare davanti a finestre e vetrate. Ad essere più sicuri sono i piani bassi degli edifici ed i posti più sicuri dove posizionarsi, in caso di impatto, sono per gli edifici in muratura sotto le volte dei piani inferiori e nei vani delle porte inserite nei vani portanti (quelli più spessi) per gli edifici in cemento armato in vicinanza delle colonne e comunque in vicinanza delle pareti”.

Sempre la Protezione Civile ha raccomandato a chiunque dovesse avvistare frammenti del razzo di non toccarlo e di mantenersi ad una distanza di almeno 20 metri, segnalandolo alle autorità. Le raccomandazioni sono rivolte soprattutto a tutti coloro che vivono nelle seguenti Regioni: Abruzzo, Lazio, Molise, Umbria, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna)

A lanciare l’allarme di pericolo per i centri abitati erano stati gli Stati Uniti dopo che il razzo era stato avvistato nell’Owa orientale.

Il razzo è stato lanciato il 29 aprile e doveva fare da vettore per portare in orbita il primo modulo della stazione cinese Tianhe-1. L’operazione di trasporto è fallita, il razzo avrebbe dovuto allontanarsi dall’orbita terrestre ma non è riuscito a liberarsi della forza di gravità della Terra e sta tornando i