Partiti i saldi invernali 2021: il calendario regione per regione e le regole da seguire

 

Partiti oggi, 2 gennaio, i saldi invernali 2021.
L’Italia però è ancora in zona rossa, e con le saracinesche dei negozi abbassate.
Il calendario regione per regione
Vero giorno di partenza sarà quindi lunedì 4 gennaio (oggi iniziano in Valle D’Aosta, Molise e Basilicata) ma per un avvio dei saldi in tutte le regioni bisognerà attendere il 7 gennaio.
Abruzzo e Calabria partono con gli sconti il 4 gennaio e le offerte dureranno per sessanta giorni. Il 5 gennaio sarà la volta di Sardegna e Campania il 7 gennaio Puglia, Sicilia, Piemonte, Friuli-Venezia Giulia e Lombardia. Solo il 12 gennaio sarà la volta del Lazio.
A seguire tutte le altre regioni.
Le regole
– La Confcommercio, soprattutto in tempi di Covid, per aiutare clienti e negozianti ha stilato un decalogo di regole per “saldi sicuri” con tutte le misure da rispettare garantendo così anche l’adempimento alla normativa anti contagio.
– Per lo shopping mantenere sempre il distanziamento sociale, disinfettare le mani prima di toccare la merce (gli igienizzanti devono essere a disposizione dei clienti) e indossare sempre e comunque la mascherina.
– Come di consueto la possibilità di cambiare il prodotto acquistato è a discrezione del negoziante, a meno che esso non sia danneggiato o non conforme. Anche la prova dei capi è a discrezione del negoziante. Prima di farlo è sempre opportuno disinfettare le mani. Mai togliere la mascherina in camerino.
– Meglio pagare con le carte ed evitare di toccare troppe banconote che possono essere passate da una mano all’altra. Obbligatorio per i negozianti indicare  il prezzo normale di vendita, lo sconto e il prezzo finale.
– Ogni negozio dovrà esporre un cartello sul numero massimo di clienti contemporaneamente ammessi e sul tempo di permanenza degli stessi nei negozi.
– Gli esercenti dovranno comunicare al SUAP del Comune competente, almeno due giorni prima della data in cui cominciano gli sconti, l’ubicazione dei locali, la data di inizio della vendita e la sua durata, la qualità delle merci e altre informazioni relative agli sconti.
Le perdite
Il coronavirus ha messo in ginocchio anche il settore della moda e si stima che avrà pesanti ripercussioni anche sui saldi invernali: gli acquisti interesseranno 15 milioni di famiglie, e ogni persona spenderà circa 110 euro per un totale di 4 miliardi, un miliardo in meno rispetto al 2019 quando furono 5 i miliardi spesi.