Italia a colori, dopo l’Epifania tornano le tre fasce più una: il governo pensa ad una zona bianca

 

Un calendario e nuove restrizioni.

E’ quanto dovrebbe essere inserito in un provvedimento “ponte”, a firma del ministro della Salute Speranza, tra l’attuale Dpcm ed il prossimo del 16 gennaio.

Da domani l’Italia è di nuovo in zona rossa, poi due giorni in gialla (7 e 8 gennaio) e il weekend del 9 e 10 gennaio ancora una volta in zona rossa.

Intanto a Palazzo Chigi si lavora ad un calendario per nuove chiusure, dal 7 al 15 gennaio: a lanciare l’allarme è ancora una volta Roberto Speranza “la terza ondata arriverà e bisogna organizzarsi”. La curva epidemiologica è in salita come anche l’indice di contagio (Rt) così, su via libera del Comitato Tecnico Scientifico, l’Esecutivo si dice pronto a modificare i parametri per la definizione delle fasce: si andrà ad abbassare la soglia che fa entrare le regioni nelle differenti aree di rischio.

Una novità dovrebbe essere l’istituzione di una zona bianca, una zona franca dove bar, ristoranti, cinema e palestre sono aperti ma resta l’obbligo di mascherina nei luoghi chiusi e all’aperto, insieme alle altre misure anti contagio (igienizzazione e distanziamento).

Per poter entrare in fascia bianca le regioni dovranno rientrare in alcuni parametri che verranno stabiliti dal Comitato tecnico scientifico: ad entrarvi saranno quelle regioni che hanno l’indice Rt più basso, verosimilmente sotto allo 0,5%, ma anche strutture sanitarie efficienti.

La proposta della zona bianca è stata del ministro della Cultura Dario Franceschini, appoggiato dal Guardasigilli Bonafede, come ultimo step prima di un ritorno ad una vita normale.

Zona Gialla: Rt sotto 1 con bar e ristoranti aperti fino alle 18, negozi aperti e spostamenti consentiti. Coprifuoco dalle 22 alle 5.

Zona Arancione: Rt sopra 1, negozi aperti, bar e ristoranti solo asporto e consegna a domicilio, spostamenti solo nel proprio Comune. Coprifuoco dalle 22 alle 5.

Zona Rossa: Rt sopra 1,25, negozi bar e ristoranti chiusi, divieto di spostamento salvo deroghe, una sola visita consentita al giorno. Coprifuoco dalle 22 alle 5.

Zona Bianca: Rt verosimilmente sotto 0,5. Bar, ristoranti, cinema e negozi aperti, libertà di spostamenti.

Il governo sta anche valutando di rivedere l’orario del coprifuoco anticipandolo alle 20.