Enac: sanzioni in arrivo per Ryanair

Nonostante le rassicurazioni, la compagnia non è ancora in regola con la normativa sui diritti dei passeggeri.

Non c’è pace per Ryanair, che dopo i problemi degli scorsi giorni, rischia ora sanzioni a causa delle mancate informative ai passeggeri circa i loro diritti. In audizione alla Commissione lavori pubblici del Senato, il presidente di Enac, Vito Riggio, ha dichiarato: “Nonostante le rassicurazioni verbali, non ci sono stati adeguamenti e ciò determina l’irrogazione delle sanzioni previste. Finora non sono state irrogate perché da parte di Ryanair è stato garantito l’adeguamento ma ancora non c’è stato, parlo soprattutto di mancate informative ai passeggeri in ordine ai loro diritti”.

Inoltre, sottolinea il direttore generale di Enac Alessio Quaranta, “per l’accredito dei rimborsi del biglietto pagato, la norma prevede 7 giorni calendariali” ma Ryanair “sul sito continua a riportare 7 giorni lavorativi”. Per quanto riguarda le sanzioni, Quaranta ha aggiunto che possono variare da 10mila a 50mila euro per ogni singolo caso di mancato rispetto della normativa.