- EVO -

Morte Pamela, nessun provvedimento cautelare per lo spacciatore

PUBBLICATO IN:
- SIDEBAR 1 -
Ultimo Aggiornamento: giovedì, 8 Febbraio 2018 @ 21:34

Nemmeno la seconda autopsia ha chiarito se la giovane è morta per overdose o per altre cause. In mancanza di ulteriori prove Desmond Lucky, uno dei due spacciatori coinvolti nella morte di Pamela, non può essere arrestato.

I primi esiti degli espletati accertamenti medico-legali non hanno consentito di raggiungere risultati altamente significativi sul piano probatorio”, a comunicarlo è la procura di Macerata che sottolinea come “mancano tracce di sangue e di urina sui resti del cadavere che, a dire dei medici legali, è stato sezionato in modo apparentemente scientifico”.

- EVO -

Maggiore chiarezza sulla morte della giovane potrà arrivare da ulteriori accertamenti, in programma per la prossima settimana. Nel frattempo, fonti giudiziarie hanno reso noto che a differenza di Innocent Oseghale, Desmond Lucky, lo spacciatore che ha venduto a Pamela la dose di eroina, non è stato arrestato in quanto le accuse attuali non sono sufficienti per l’emissione di un provvedimento di custodia cautelare.

A quanto riporta l’agenzia di stampa Ansa, a Lucky non può essere contestata l’accusa di morte in conseguenza di altro reato, in quanto lo spacciatore avrebbe ceduto alla giovane una “modesta” dose di droga e quindi “non vi sono elementi per ritenere che il nigeriano fosse a conoscenza di circostanze per cui la vita di Pamela potesse essere messa a rischio dall’assunzione di una piccola dose di eroina e dunque la morte della ragazza fosse in qualche modo prevedibile”.

- EVO -
ALTRE NEWS --
- SIDEBAR 2 -

Latest articles

- SIDEBAR 3 -
Error decoding the Instagram API json

Notizie Correlate