Covid, proposta al Governo per salvare la stagione sciistica: skipass per ospiti di hotel e seconde case

 

Le regioni non si arrendono.
Veneto, Lombardia, Valle D’Aosta, Friuli-Venezia Giulia e le Province Autonome di Trento e Bolzano hanno ufficializzato al Governo una richiesta di mediazione ovvero che si dia la possibilità di aprire gli impianti sciistici per chi ha seconde case e per gli ospiti degli hotel.
Un ultimo tentativo di non perdere la stagione invernale.
A pochi giorni, ormai, dal nuovo Dpcm è ancora scontro: i Governatori chiedono un’alternativa alla chiusura totale, provando a tutelare gli sciatori abituali, il Governo sembra non indietreggiare rispetto alla linea dura adottata negli ultimi confronti, sostenuto anche dai pareri del Comitato Tecnico Scientifico e dell’Istituto Superiore di Sanità.
Il Presidente del Consiglio Conte, solo pochi giorni fa, aveva dichiarato che, dato l’alto numero di contagi, a fronte di un rallentamento della curva, non è pensabile permettere occasioni di assembramento come succederebbe se si riaprissero le piste da sci.
In attesa dei prossimi incontri che porteranno alla firma del decreto del 4 dicembre i presidenti delle Regioni hanno chiesto che, in caso di mancata riapertura, siano previsti congrui ristori per tutte le attività connesse.