Covid, il Natale che verrà: giga gratis, idee covid-friendly e voglia di futuro

Un anno difficile per tutti quello che sta per concludersi.
Un Natale diverso che resta, nonostante le restrizioni, il giorno più atteso dagli italiani. E se cambia il modo di celebrarlo non cambia la voglia di farlo.
Da uno studio è emerso che il 71% degli italiani è consapevole di dover rinunciare a cenoni e parenti ma si accontenta di incontrarli via web.
E anche per i più piccoli la letterina sarà recapitata a Babbo Natale attraverso un appuntamento digitale.
Le principali compagnie di telecomunicazioni hanno accolto la proposta del Ministro Pisano, e regaleranno Giga per i giorni di festa: ci si potrà collegare per scambiarsi gli auguri senza spendere traffico dati o soldi.
“Questa iniziativa aiuterà diversi milioni di clienti che hanno dotazioni esigue di Giga e consentirà alle persone di restare in contatto tra loro in un momento difficile ed eccezionale ” sottolinea Vodafone.
La pandemia non scoraggia, e si sceglie di fare festa addobbando casa (40%) cucinando (42%) e stando con gli affetti più stretti (45%).
Dati che confermano una previsione di poche settimane fa, ovvero di come a risentire maggiormente di questa seconda ondata del virus, dal punto di vista dei consumi, sarà il settore dei viaggi e del turismo: senza considerare un possibile lockdown nazionale nel periodo di Natale solo 7,3 milioni di cittadini prevedono di spostarsi tra dicembre e gennaio. Un crollo del – 60% rispetto al 2019. Una stima al ribasso che potrebbe aggravarsi in caso di nuove chiusure: molti, infatti, rinunciano a pianificare le partenze per paura dei contagi e per la troppa incertezza del momento. A scoraggiare sono le chiusure di molti Paesi europei (Germania, Olanda, Regno Unito) e l’obbligo di quarantena per gli spostamenti dal 21 dicembre al 6 gennaio.
Cosa metterà sotto l’albero degli italiani il 2020?
Sicuramente un pensiero per se stessi, il 57% ha dichiarato che si auto-regalerà un capo di abbigliamento (43%), tecno-gadget (36%) o prodotti beauty (26%). Per i regali da pensare per gli altri ad andare per la maggiore sono le idee covid-friendly come le lezioni online o attrezzature per l’allenamento.
Un natale più tecnologico e dal budget più contenuto che vedrà una maggiore spesa online (38%) affiancata, tuttavia, a quella nei piccoli negozi (31%), che dimostra la sensibilità ad aiutare i commercianti colpiti dai mesi di chiusura forzata.
Una cosa bella del Natale che ci aspetta è la voglia di guardare al futuro, in molti regaleranno esperienze da vivere, come un viaggio o un concerto, quando questo momento di emergenza sarà alle spalle.