Spremiagrumi elettrico

spremiagrumi elettrico

Come scegliere i migliori spremiagrumi elettrici

Cosa c’è di meglio di bere a colazione una succosa spremuta d’arancia, ricca di vitamina C, per iniziare nel migliore dei modi la propria giornata? In questi casi la soluzione migliore e più rapida per prepararla è utilizzare uno spremiagrumi elettrico, un apparecchio molto pratico che permette di ricavare un succo in modo estremamente veloce, senza sporcare e spremendo il frutto fino all’ultima goccia, limitando così al massimo gli sprechi alimentari.

I più venduti spremiagrumi automatico:

Se adori la frutta e le spremute, allora non puoi non avere a disposizione uno spremiagrumi elettrico. Che aspetti a proseguire, di seguito scoprirai tutte le caratteristiche e i vantaggi di questo apparecchio, in modo da capire quale modello sia più adatto alle tue esigenze.

Spremiagrumi elettrici: come funzionano

Abbiamo detto che lo spremiagrumi elettrico è un utensile utilizzato in cucina per estrarre succo fresco dalla frutta, in particolare quella con agrumi (arance e limoni). Il funzionamento è semplicissimo: basta tagliare in due il frutto scelto e spremerlo, esercitando una leggera pressione, sulla parte superiore a cono con la punta, in modo da far colare il succo verso il contenitore che lo raccoglierà. Ad ogni pressione coincide una rotazione del cono, in senso orario e antiorario, che assicura un’estrazione totale. Alcuni spremiagrumi elettrici offrono la possibilità di scegliere più tipologie di cono, a seconda del tipo di agrume da spremere, e un setaccio per la separazione della polpa dal succo, per una spremuta più o meno polposa. Grazie al pratico beccuccio è possibile infine versare la bibita nel bicchiere. Gli spremiagrumi più avanzati permettono di spremere anche la buccia del frutto, che è ricca di oli essenziali e che rilascia il sapore amarognolo e gradevole tipico degli agrumi.

Spremiagrumi elettrici: pro e contro

Lo spremiagrumi elettrico è in grado di offrire una serie di vantaggi:

  • Facilita l’estrazione del succo: questo apparecchio è in grado di lavorare in modo autonomo, risparmiandoci inutili sforzi per ricavare fino all’ultima goccia di succo.
  • Facili all’uso: sono elettrodomestici pratici che possono essere utilizzati facilmente da chiunque.
  • Il costo contenuto: vengono commercializzati a prezzi accessibili per tutti.

L’unico svantaggio di questo apparecchio è la:

  • Manutenzione: è molto importante accertarsi di rimuovere sempre ogni residuo, in modo che non rimanga della polpa all’interno dello spremiagrumi. Anche altri componenti, come il coperchio e il beccuccio, devono essere ben in modo da durare nel tempo.

Migliori Spremiagrumi elettrici: i prezzi

Il prezzo dello spremiagrumi elettrico è un elemento fondamentale nella scelta del dispositivo migliore per le proprie esigenze. Dando un’occhiata agli spremiagrumi elettrici presenti attualmente in commercio, è possibile notare che ne esistono di diverse fasce di prezzo, a seconda delle loro caratteristiche tecniche e strutturali. Per uno spremiagrumi professionale o semi professionale da utilizzare tutti i giorni per preparare grandi quantità di spremute, si arriva a spendere tra i 100 e i 200 euro. Mentre per uno spremiagrumi per uso domestico, che sia compatto e maneggevole, si spende circa tra i 20 e i 40 euro.

Spremiagrumi elettrici: quale scegliere

Quando ci si trova ad acquistare uno spremiagrumi elettrico, per evitare di acquistare un modello inadatto alle proprie esigenze, bisogna fare attenzione ad una serie di fattori. Il più importante di questi è la potenza spremiagrumi elettrico prescelto: ci sono infatti modelli da qualche decina di Watt, ideali per chi si trova a spremere un solo arancio ogni mattina, fino ad apparecchi da 150 Watt per le famiglie numerose, che permettono di spremere molti agrumi in sequenza.

Un’altra caratteristica da considerare è la struttura dello spremiagrumi elettrico in questione. In commercio si trovano due differenti tipologie: quelli a sviluppo verticale e quelli a sviluppo orizzontale. I primi sono dotati di un classico filtro che serve a trattenere i residui più grandi, mentre il succo finisce in una caraffa normalmente dotata di beccuccio erogatore con funzione salva-goccia. I secondi somigliano molto al tradizionale spremiagrumi manuale: possiedono caraffe meno capienti ma sono più compatte, maneggevoli e facilmente lavabili.

Attenzione poi al metodo di spremitura, infatti per ottenere il succo uno spremiagrumi sfrutta la rotazione del cono generata dalla leggera pressione esercitata sul frutto. La differenza sta nel modo in cui viene applicata la pressione: con la propria mano o con una leva. Nel primo caso bisogna premere appoggiando il palmo sopra l’agrume, mentre nel secondo è presente un meccanismo a leva, più efficace e rapido nel suo lavoro.

Infine quando si sta scegliendo uno spremiagrumi elettrico, è molto importante accertarsi che sia pratico all’uso, quindi abbia una scala graduata che indichi la capienza massima della caraffa o dei stabili piedini in gomma antiscivolo. Ovviamente il modello prescelto deve essere facilmente lavabilegli spremiagrumi elettrici verticali sono quelli più complicati da pulire. Al contrario, la pulizia di uno spremiagrumi orizzontale è molto semplice e rapida, dato che tutti i componenti si possono estrarre e lavare accuratamente sotto l’acqua del rubinetto.

Spremiagrumi elettrici professionali

  • Moulinex
  • Smeg
  • Kenwood
  • Philips
  • Russell Hobbs