‘Spoltore Ensemble Winter’ con Ugo Pagliai e Davide Cavuti

Spoltore. “Spoltore Ensemble”: la rassegna con il grande teatro che si svolge d’estate in Abruzzo, giunta alla trentacinquesima edizione con protagonisti i più grandi attori italiani e non solo, si rinnova e lancia una nuova proposta culturale: lo “Spoltore Ensemble Winter” con la direzione artistica affidata al maestro Davide Cavuti e la partecipazione straordinaria dell’attore Ugo Pagliai.

La manifestazione si terrà mercoledì 20 dicembre alle ore 21 (ingresso libero) presso la Cattedrale di San Panfilo con l’organizzazione dell’ assessorato alla cultura del Comune di Spoltore.

“Parole d’amore” è il titolo del recital-spettacolo ideato da Davide Cavuti e interpretato da un mostro sacro del teatro italiano quale l’attore Ugo Pagliai che reciterà alcuni brani tratti dalle opere di Gabriele D’Annunzio, Pablo Neruda, Dante, Leopardi.

“Il recital racconterà l’amore attraverso le parole dei poeti e degli scrittori tessendo le storie e disegnando le figure di alcuni personaggi del mondo del teatro con il commento musicale del maestro Davide Cavuti che sottolineerà ogni passaggio del testo ha commentato l’attore Ugo Pagliai”.

Le musiche originali sono firmate dal compositore cinematografico e teatrale Davide Cavuti per l’occasione eseguite oltre che da Cavuti, da Antonio Scolletta al violino e Franco Finucci alla chitarra.

Durante lo spettacolo si potranno cogliere gli aspetti della vita dell’Uomo quali l’essere, l’apparire, l’amore – ha commentato il direttore artistico Cavuti – Il tema della vita verrà affrontato nei suoi vari aspetti e con le parole di uno dei più grandi poeti del Novecento, Mario Luzi”.

Davide Cavuti, autore di colonne sonore per registi quali Michele Placido, Pasquale Squitieri, Giorgio Albertazzi, Lino Guanciale, collabora con Ugo Pagliai dal 2005 quando l’attore toscano fu protagonista dello spettacolo “Popoli del mondo” firmato dallo stesso Cavuti.

La loro collaborazione si è consolidata in spettacoli e recital teatral-musicali di successo ideati e con le musiche del compositore francavillese quali “Lo Scrigno della Pace”, “Amore Cosmico” e “La poesia sulle ali della musica” (in coppia con Paola Gassman). La collaborazione si è protratta anche al cinema con l’ultimo lavoro registico di Cavuti, il film-documentario “Preghiera”, presentato al 74° “Festival del Cinema” di Venezia in collaborazione con l’Istituto Luce.

Pagliai è, inoltre, interprete insieme a Paola Gassman del brano “Vitae” (testo e musica di Cavuti) inserito nel progetto discografico in favore delle popolazioni colpite dai recenti sisma.

Ugo Pagliai, diplomato all’Accademia d’arte drammatica Silvio D’Amico, divenne molto popolare tra gli anni Sessanta e Settanta grazie ad alcuni sceneggiati televisivi (Il conte di Montecristo, Lawrence d’Arabia, Il segno del comando, L’amaro caso della baronessa di Carini). Poi soprattutto teatro (Il gatto in tasca di Feydeau, Il bugiardo di Goldoni, Liolà e Il piacere dell’onestà di Pirandello, Scene da un matrimonio di Svevo ecc.), con qualche incursione in tv (Cuore, Camici bianchi, Don Gnocchi) e al cinema (Cefalonia, Family Game). Nel 1988 è stato insignito del premio speciale “Flaiano” per interprete teatrale. Pagliai ha lavorato in commedie e sceneggiati anche per la Tv francese “Arsenio Lupin”. Per il cinema numerose sono state le partecipazioni, con registi che vanno da Giovanni Fago e Luigi Comencini (con lui ha girato “Dio mio come sono caduta in basso” e “Cuore” per la televisione italiana) Nell’estate del 2000 ha interpretato “Giobbe” di Carol Woityla come protagonista e regista.

Davide Cavuti, laureato in Ingegneria Elettrica, direttore del “Centro Studi Nazionale Alessandro Cicognini”, è attivo come musicista e compositore di teatro e di cinema per registi quali Michele Placido, Pasquale Squitieri, Giorgio Albertazzi, Lino Guanciale, Giorgio Pasotti. Ha debuttato nel grande schermo componendo per i film “Il Grande Sogno” (2009) con Riccardo Scamarcio e “Vallanzasca – gli angeli del male” (2010) con Kim Rossi Stuart, entrambi con la regia di Michele Placido. Ha collaborato con i più grandi attori del cinema e del teatro italiano e vanta inoltre collaborazioni con i cantanti Katia Ricciarelli, Antonella Ruggiero, Grazia Di Michele, Paola Turci e con i Premi Oscar Luis Enriquez Bacalov, Nicola Piovani ed Ennio Morricone. Nel 2016 ha scritto e diretto il film-documentario “Un’avventura romantica” sulla vita di Alessandro Cicognini con Michele Placido, Edoardo Siravo, Lino Guanciale, presentato allo “Spazio FEdS” del 73esimo “Festival del Cinema di Venezia” e al 38esimo “Festival del Cinema di Cuba” e ricevendo il “Premio Flaiano” per la regia. Nel 2017 torna al Festival del Cinema di Venezia con un suo docu “Preghiera” presentato nello spazio “Italian Pavilion” con Istituto Luce ispirato ad un suo lavoro discografico “Vitae” dedicato alle popolazioni colpite dai recenti sisma.