6.5 C
Abruzzo
mercoledì, Maggio 18, 2022
HomeAperturaSulmona, bidello accoltellato alla schiena da un alunno

Sulmona, bidello accoltellato alla schiena da un alunno

Ultimo Aggiornamento: lunedì, 17 Gennaio 2022 @ 17:30

Sulmona. Grave episodio questa mattina, nella scuola media ‘Capograssi’ di Sulmona: uno studente che frequenta la prima media ha colpito con un coltello da cucina appuntito un collaboratore scolastico ferendolo alla schiena; la lesione non sarebbe grave.

 

Al momento non si conoscono i particolari del fatto e i motivi che avrebbero spinto il giovane a colpire con il coltello il bidello.

Sul posto si è subito portata la polizia che dopo aver recuperato e sequestrato il coltello del quale il minore aveva tentato di disfarsi, sta ascoltando i protagonisti e i testimoni per ricostruire l’intera vicenda.

Nel dettaglio, dalle prime risultanze emergerebbe che il minore avrebbe recato il coltello già da casa ed avrebbe attinto il collaboratore scolastico senza uno specifico motivo o pregressi contrasti. Immediatamente è intervenuta la volante della Polizia di Stato di Sulmona che ha effettuato gli accertamenti di rito, mentre il collaboratore scolastico è stato accompagnato presso il locale pronto soccorso, dove ha ricevuto un punto di sutura alla schiena e gli sono state diagnosticate lesioni guaribili in sette giorni.

Non risultano al momento evidenze circa il movente del gesto e gli investigatori non hanno acclarato conflittualità familiari o scolastiche pregresse. Inoltre, non risulterebbe alcuno specifico motivo d’astio con il collaboratore scolastico che si era limitato ad accompagnare l’alunno presso la palestra allo scopo di riprendere un cappotto. Proprio mentre rientravano in classe il ragazzino ha improvvisamente attinto il collaboratore con il coltello.

Le indagini volte a comprendere la dinamica degli eventi sono in corso da parte degli uomini del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Sulmona e coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di L’Aquila. Sono stati anche attivati gli interventi, anche a tutela dello stesso minore, per valutare e affrontare le ragioni del disagio.

ARTICOLI CORRELATI

RELATED ARTICLES

ALTRI ARTICOLI DI OGGI

NEWS DALLA TUA CITTA'