Nextgeneration EU: l’Abruzzo propone al Governo 48 progetti. Il dettaglio

Quarantotto progetti per 495 milioni di euro: è il nuovo pacchetto che il presidente della Giunta regionale, Marco Marsilio, ha inviato al Ministro per il Sud, Giuseppe Provenzano e al ministro agli Affari Europei, Vincenzo Amendola, utilizzando REACT EU (Assistenza alla ripresa per la coesione e i territori d’Europa): l’ulteriore strumento finanziario previsto nel dispositivo NexGeneration EU.

 

Dopo la proposta al Governo sul PNRR, la Giunta regionale attiva ancora le risorse messe a disposizione dall’Unione europea per fronteggiare la crisi legata al COVID 19. I quarantotto progetti, elaborati in sede di Cabina di Pilotaggio coordinata dal Dipartimento della Presidenza, hanno l’obiettivo di superare gli effetti dell’emergenza sanitaria sull’economia e promuovere una ripresa verde, digitale e resiliente.

 

Gli interventi individuati attengono quindi a due categorie: quella dei “bandi attivi”, il 44 per cento sul totale è destinato a favorire lo scorrimento di graduatorie già esistenti e dare copertura finanziaria ai progetti che utilmente collocati in graduatoria non sono stati finanziati per carenza di fondi e “bandi in programmazione”, che attengono ad interventi di bassa complessità attuativa e quindi realizzabili in tempi brevi, ovvero in 24 mesi. Più in generale, circa il 65% delle risorse sono destinate al superamento della crisi con priorità per investimenti a favore delle PMI, del sociale e della sanità. In linea con i regolamenti, sono state definite operazioni che prevedono: spese per investimenti in prodotti e servizi a carattere sanitario; sostegno alle PMI sotto forma di capitale circolante o sostegno agli investimenti (inclusi costi di personale, di gestione e misure per la salute e la sicurezza); mantenimento dei livelli occupazionali (anche attraverso la riduzione dell’orario di lavoro e aiuti ai lavoratori autonomi); creazione di nuova occupazione (con particolare riferimento ai soggetti “vulnerabili” ed all’occupazione giovanile); formazione, istruzione e sviluppo delle competenze; miglioramento dell’accesso ai servizi sociali di interesse generale, anche a favore dei minori.

 

Per spingere la ripresa verde, digitale e resiliente, la Giunta ha elaborato proposte progettuali che prevedono investimenti in green economy, digitale, infrastrutture per la prestazione di servizi di base ai cittadini, formazione, istruzione e sviluppo delle competenze (in particolare per favorire la transizione verde e digitale). Per il presidente, Marco Marsilio, “gli interventi proposti rappresentano una risposta concreta ai fabbisogni del nostro territorio e sono stati individuati in un’ottica di immediata realizzabilità sulla base di una visione strategica integrata delle risorse, con particolare attenzione all’aspetto della complementarietà e dell’addizionalità. In tale contesto, priorità è stata data all’individuazione di progetti capaci di garantire l’impiego delle risorse in tempi celeri e l’attivazione di procedure snelle”.

 

proposta Abruzzo