Covid19, oggi in Abruzzo 33 nuovi contagi

Sono complessivamente 4083 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall’inizio dell’emergenza.

 

Rispetto a ieri si registrano 33 nuovi casi (di età compresa tra 20 e 86 anni). Il bilancio dei pazienti deceduti resta fermo a 473.

*(il totale risulta inferiore di 2 unità, in quanto sono stati sottratti 2 pazienti risultati già in carico ad altre Regioni).

 

Tra i nuovi pazienti, il più giovane ha 20 anni ed è di Fossacesia, mentre il più anziano ne ha 86 ed è di Castiglione Messer Raimondo. Proprio a Castiglione – paesino a lungo inserito in zona rossa e considerato, nella prima fase dell’emergenza, la ‘Vo’ d’Abruzzo’, con oltre 80 casi e 15 morti su poco più di duemila abitanti – oltre all’anziano si registrano altri due casi: si tratta dei familiari di un uomo morto nei giorni scorsi. Tre casi si registrano a Pescara, tre a Chieti, altrettanti a Fossacesia e a Rosciano. Nuovi contagi anche a Cepagatti, Città Sant’Angelo, Montesilvano e Francavilla al Mare.

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 2978 dimessi/guariti (+5 rispetto a ieri, di cui 18 che da sintomatici con manifestazioni cliniche associate al Covid 19, sono diventati asintomatici e 2960 che hanno cioè risolto i sintomi dell’infezione e sono risultati negativi in due test consecutivi).

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 632 (+26 rispetto a ieri).

Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 180302 test.

I dati: 45 pazienti (+3 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 5 (invariato rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 582 (+23 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Del totale dei casi positivi, 572 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+2 rispetto a ieri), 963 in provincia di Chieti (+12), 1763 in provincia di Pescara (+15), 754 in provincia di Teramo (+5), 30 fuori regione (-2) e 1 (-1) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

Lo comunica l’Assessorato regionale alla Sanità.